ANTIPASTI · SECONDI PIATTI

Sarde in saor: la ricetta gluten free di un’autentica prelibatezza veneziana

Da servire rigorosamente freddo,  magari come sfizioso antipasto, questo piatto è una tipica ricetta veneta secondo la quale il pesce azzurro viene servito in accompagnamento a una marinatura agrodolce a base di cipolle.

Le sarde in saor hanno origini antiche e legate alla necessità dei pescatori della laguna di Venezia di poter mantenere il cibo per più giorni: la conservazione con le cipolle, il saor appunto, assolveva proprio a questa specifica esigenza, facendo durare le sarde fino a più di una settimana.

Sardine appena pescate sono l'ideale per preparare le sarde in saor. In questo modo, dureranno più giorni grazie alla speciale tecnica di marinatura.
L’ingrediente principale delle sarde in saor: sardine freschissime.

In saor si possono preparare anche altri tipi di pesce, come gli sgombri, le sogliole, piccoli pesciolini d’acqua dolce e perfino gli scampi.
Ma lasciamo perdere divagazioni e mode e concentriamoci sulla ricetta originale, che fa di questa specialità un must fra i cichetti da bacaro e prepariamo delle ottime sarde in saor, naturalmente senza glutine.

con la cipolla si prepara il saor,tipica marinatura di questa ricetta.
L’altro ingrediente fondamentale è la cipolla,con cui si preparerà la marinatura tipica detta saor.

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 1 kg di sardine
  • 1 kg di cipolle bianche
  • farina senza glutine q.b.
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
  • sale
  • pepe
  • zucchero

PREPARAZIONE :

sarde_da_pulire

Pulite e lavate molto bene le sardine, eliminarne la testa e le interiora e squamarle delicatamente.

sarde_pulite

Passarle poi in un piatto nel quale avrete disposto un pò di farina senza glutine: noi abbiamo utilizzato il Mix per Pane di Nutrifree.

infarinatura_senza_glutine_sarde-jpg

Una volta infarinate, setacciarle e friggerle in olio evo bollente.

In un pentolino dai bordi alti friggiamo le sarde in olio extravergine d'oliva, il migliore anche per le fritture.
Per friggere le sardine, usare un pentolino dai bordi alti e olio extravergine d’oliva, il migliore.

Scolarle bene e disporle su della carta assorbente da cucina.

sarde_fritte-jpg

Mentre le nostre sarde “riposano”, dedichiamoci alla preparazione della marinatura tipica a base di cipolle, il cosiddetto saor.

In una casseruola facciamo quindi rosolare in olio extravergine di oliva la cipolla affettata sottile e, una volta imbiondita, aggiungiamo un pizzico di sale, una presa di zucchero e una macinata di pepe, infine l’aceto.

Da sinistra a destra, ecco illustrate le tre fasi delprocedimento di preparazione del saor, tipica marinatura a base di cipolla e fondamentale per questa ricetta.
Da sinistra a destra, le tre fasi di cottura della cipolla per la preparazione del saor.

Lasciare cuocere la cipolla fino a quando l’aceto non sarà del tutto evaporato, poi spegnere la fiamma.

Una volta pronto il saor si può procedere a marinarvi le sarde, completando questa tipica ricetta veneziana nella nostra versione gluten free.
Il saor è pronto e possiamo utilizzarlo per completare la nostra ricetta tipica veneta qui in versione senza glutine.

A piacere si possono unire alla cipolla anche dei pinoli, un pò di uvetta precedentemente ammollata in acqua e una grattatina di scorza di limone.

A questo punto, alternare in una teglia strati di pesce con le cipolle, che compongono questa marinatura tipica detta saor.

Sarde in saor naturalmente glutenfree: davvero ottime.
Ecco pronte le nostre squisite sarde in saor, naturalmente senza glutine.

Si lascia riposare il tutto per un giorno in frigorifero prima di consumare le sarde in saor fredde, accompagnate da un’ombra de vin.
Ottimo l’abbinamento con un Prosecco di Valdobbiadene D.O.C.G.,  perfetto quello con un Soave Superiore D.O.C.G. o con un Pinot Bianco D.O.C. dei Colli Euganei.

IL SUGGERIMENTO LIGHT:

Se non volete friggere perchè attenti alla linea o più semplicemente non sopportate l’odore di fritto tra le pareti di casa, ma desiderate comunque preparare questa gustosissima ricetta, potete provare l’alternativa light: identica in tutti i passaggi tranne che nella cottura del pesce, che viene cucinato in forno a 180° per una ventina di minuti circa.

One thought on “Sarde in saor: la ricetta gluten free di un’autentica prelibatezza veneziana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...